Biografia

Cognome
Carraro
Nome
Pietro
Data di Nascita
24 Settembre 1889
Data di Morte
11 Settembre 1972
Luogo di Nascita
Strigno (Castel Ivano)
Professione
Contadino

Testo

Tipologia
Autobiografia
Titolo
Diario vivente di Pietro Cav. Carraro
Abstract
Autobiografia composta tra il 1960 e il 1964. Carraro nel 1904 emigra in Francia dove fa il venditore ambulante di stampe; nel 1907 ritorna e impara il mestiere di muratore; nel 1912 è chiamato a svolgere il servizio militare, e quindi allo scoppio della guerra, il 7 agosto 1914 parte per la Galizia. Il 5 settembre viene gravemente ferito in battaglia e cade prigioniero dei Russi. In prigionia, in Ucraina, farà il muratore, il minatore, il contadino. Nell'aprile 1918 riesce a ritornare in Austria; nell'ospedale di Praga viene operato per delle vecchie ferite. Nel dopoguerra partecipa alla ricostruzione del paese, si sposa con Giulia Purin e avrà cinque figli. Intanto inizia a fare il contadino e soprattutto l'apicoltore. In appendice all'autobiografia aggiunge infatti le sue "Memorie Apistiche".
Soggetti
Guerra Mondiale 1914-1918,  Prigionieri di guerra trentini-Russia,  Lavoro, 
Descrizione
quaderno a righe (cm 21 x 15): 153 pagine numerate dallo scrivente.

Contesto

Collocazione
Museo storico del Trentino
Bibliografia
Franco Gioppi e Claudio Brandalise (a cura di), "Gospodi Pamilo" Aiutaci o Signore. Diario vivente di Pietro Carraro "Ava". Tiroler Kaiserjager in Galizia Russia e Ucraina 1914-1918, Sistema Bibliotecario Intercomunale Lagorai, Castello Tesino 2004

Immagini