Dati dell'intervistato

Cognome
Ferrari
Nome
Fabrizio
Data di Nascita
1941
Nazionalità
Italiana
Professione
professore universitario
Note biografiche
Studente dell'Istituto superiore di scienze sociali dal 1962, milita nell'Unione goliardica italiana (Ugi) e nel Psi, laureandosi nel 1969. Dopo una breve esperienza come direttore commerciale presso la casa editrice Marsilio, è docente di Sociologia del lavoro e dell'Organizzazione presso l'Università di Padova. È stato assessore al comune di Venezia ed è attualmente animatore dell'associazione Ut vivat, che riunisce gli ex studenti della facoltà trentina di Sociologia.
Note
L'intervista è stata realizzata il 14 dicembre 2010

Dati tecnici dell'intervista integrale

Durata
01:02:09
Colore
si
Sonoro
si
Lingua
Italiano
Progetto
La memoria dell’Università: le fonti orali per la storia dell’Università degli Studi di Trento (1962 – 1972)
Luogo
Trento

Contenuti dell'intervista

Soggetti
Sociologia,  anni Sessanta,  Università di Trento,  Gestione Volpato (1962 – 1968),  Gestione Alberoni (1968 – 1970),  Movimento studentesco,  Occupazioni di Sociologia, 
Abstract
Fabrizio Ferrari dopo aver descritto i motivi che lo portarono ad immatricolarsi alla nascitura “facoltà” di Sociologia nel 1962, ricorda i legami interpersonali che si formarono all'interno della componente studentesca. Il rapporti con alcuni professori sono presentati dall'intervistato concatenati al ricordo che conserva di alcune delle figure che più di altre diedero un segno alle esperienze e alla didattica di quei primi anni di Sociologia. Vengono presentate delle riflessioni sull'avvicendamento del direttore Mario Volpato con Francesco Alberoni (1968), una sostituzione che secondo l'intervistato non fu positiva per Sociologia. Nel colloquio trova spazio anche il ricordo delle rivendicazioni studentesche che lo videro attivamente coinvolto nelle contestazioni e nell'operato degli organi rappresentativi interni all'Università.
Note
I referenti del progetto sono Giovanni Agostini, Andrea Giorgi e Leonardo Mineo

Scaletta tematica

Cenni biografici – 00:00:00
La scoperta di Sociologia – 00:02:27
La scelta di iscriversi a Sociologia andando contro il parere della famiglia – 00:03:33
Il ricordo della prima lezione nella nuova “facoltà” di Sociologia e l'impatto con la città – 00:04:53
L'avvento dei servizi agli studenti e dell'Opera universitaria con il secondo anno accademico – 00:07:10
I rapporti con i docenti – 00:08:07
La proposta che ricevette da Franco Ferrarotti: un posto da assistente a Roma – 00:11:29
Il ricordo del prof. Giorgio Braga – 00:12:18
Il ricordo del direttore e professore Mario Volpato – 00:15:52
La figura di padre Luigi Rosa e di Marcello Boldrini – 00:19:54
Il ricordo di alcuni docenti – 00:21:43
Il rapporto tra studente e docente a Sociologia: fattore di novità nel panorama accademico – 00:26:18
L'Organo della rappresentanza studentesca (Orut) – 00:28:22
I gruppi studenteschi e la rete di contatti a livello nazionale – 00:30:56
Il riconoscimento giuridico del titolo di laurea in Sociologia – 00:32:07
Il ruolo di Norberto Bobbio nelle vicende dell'Ateneo trentino – 00:36:25
La contrapposizione tra studenti e direzione nell'elaborazione del piano di studi (1966) – 00:38:30
Le dimissioni di Mario Volpato e l'arrivo di Francesco Alberoni e Norberto Bobbio – 00:42:12
Una riflessione, da spettatore esterno, sulle contestazioni studentesche del 1968 – 00:44:22
I motivi che lo spinsero a fondare l'associazione Ut vivat – 00:47:34
Il rapporto tra studenti e società trentina – 00:50:00
I docenti e gli studenti stranieri dell'Ateneo trentino – 00:53:43
La prima generazione di sociologi italiani – 00:59:23
Riflessioni sul passaggio da studente liceale veneziano a studente universitario trentino – 01:00:51