Dati dell'intervistato

Cognome
Ferrari
Nome
Natalino
Data di Nascita
21 Dicembre 1935
Luogo di Nascita
Cavedine
Nazionalità
Italiana e svizzera
Professione
Saldatore, disegnatore e venditore
Note biografiche
Natalino nasce a Cavedine nel 1935. Dopo il sevizio di leva tenta la carriera militare ma abbandona l'idea. Dopo l'improvvisa morte del padre emigra in Svizzera per raggiungere il fratello. I fratelli Ferrari svolgono diversi lavori e seguono dei corsi di formazione finché riescono ad aprire un loro mobilificio. Natalino si sposa nel 1963 e ha tre figli.
Note
L'intervista è stata realizzata il 24 aprile 2012

Dati tecnici dell'intervista integrale

Durata
1:44:38
Colore
si
Sonoro
si
Lingua
Italiano
Progetto
Partenze, arrivi, ritorni. Trent'anni di emigrazione trentina in Svizzera (1946-1975)
Luogo
Winterthur (Svizzera)
Note
Da 01:29 a 01:52, da 38:15 a 39:00 e da 59:12 a 59:59 l'audio non si sente. La registrazione presenta dei problemi di montaggio nella parte finale.

Contenuti dell'intervista

Soggetti
Emigrazione,  Svizzera, 
Abstract
Natalino nasce a Cavedine nel 1935. Dopo il servizio di leva tenta per un periodo la carriera militare ma rinuncia alla prospettiva di diventare sergente e torna al paese. Dopo la morte improvvisa del padre, alla fine degli anni '50, parte per la Svizzera dove era emigrato uno dei suoi fratelli. In Svizzera Natalino lavora come saldatore, disegnatore e poi venditore. Frequenta alcuni corsi di specializzazione ed infine riesce ad aprire un mobilificio assieme al fratello: “Mobili Ferrari”. I rapporti con il fratello e socio si fanno però difficili e Natalino si trasferisce presso la filiale del mobilificio di Winterthur. La situazione si aggrava quando Natalino ha un grave incidente sciistico, rimane in coma farmacologico per sei mesi e quando si sveglia accusa problemi di memoria. Il mobilificio entra in crisi e Natalino rimane disoccupato per un periodo. In seguito trova un altro lavoro fino alla pensione. Rimane a vivere stabilmente in Svizzera con la moglie e i tre figli.
Note
Il referente del progetto è Mattia Pelli

Scaletta tematica

Le riunioni pastorali e l'associazione dei trentini 00:00
La carriera militare a Verona, Napoli, Roma, Brescia e Milano 02:59
La decisione di andare in Svizzera e il lavoro come saldatore in una fabbrica 10:00
Il licenziamento, il lavoro in una conceria di pelle e la malattia 14:43
Il corso di disegnatore e i problemi di salute di un fratello 18:29
Mobili Ferrari: Natalino e un fratello venditori 22:37
Il litigio con il fratello e il trasferimento di Natalino nella filiale del mobilificio a Winterthur 28:56
L'incidente sugli sci e il coma farmacologico 34:28
L'invalidità al 100% e i problemi al mobilificio 40:47
La disoccupazione e il nuovo lavoro in un mobilificio 47:52
Gli ultimi due lavori di Natalino e la pensione 51:34
La situazione familiare dopo la pensione 56:00
L'operazione al cuore, l'ictus e il rischio di restare paralizzato 58:44
I fratelli di Natalino e il destino del mobilificio Ferrari 1:03:02
Il carattere del fratello di Natalino 1:16:31
Il rapporto con le autorità svizzere 1:19:03
La cittadinanza di Natalino e i rapporti con il Trentino 1:22:00
La lingua svizzera e la famiglia di Natalino 1:26:25
Il rapporto con la politica 1:33:18